“Good night Cathy!”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Regia: Else Marie Laukvik

Attrice: Rosalba Genovese

Disegno luci: Marcello D’Agostino

“GOOD NIGHT CATHY” : dalla terra della lava e dei limoni a Hollywood.

Liberamente ispirato da una storia di Leonardo Sciascia, dal libro: Il mare colore del vino. L’emigrante Cathy durante il suo viaggio sogna di incontrare i suoi miti, le stelle del teatro e del cinema Marlon Brando, Charlot, Buster Keaton e Martha Graham. Canta, mima, balla ma nello stesso tempo racconta la storia di un viaggio completamente diverso che si svolge negli anni ’50 e comincia di notte da una spiaggia deserta in Sicilia. Un gruppo di emigranti ha venduto ogni proprio avere per comprare un biglietto per l’America e si sta imbarcando sul bastimento del signor Melfa che ha promesso di sbarcarli sulle coste del New Jersy più o meno dieci, dodici giorni dopo. Devono pagare 250.000 Lire, la metà al momento della partenza e il resto all’arrivo. Incontreranno i loro parenti alla stazione di Trenton. Dopo un viaggio lungo e difficile approderanno in America nottetempo su una spiaggia deserta. Il signor Melfa si è raccomandato di muoversi con tranquillità, cautela per non insospettire la Guardia Costiera e la Polizia, perciò viene deciso di mandare due di loro in avanscoperta per trovare la strada che porta alla stazione di Trenton. Giunti in prossimità di una strada, leggono un segnale stradale scritto nella loro lingua, notano che la strada è tenuta meglio che in Sicilia e sorpresi guardano passare due automobili italiane, una Fiat 600 e una Fiat 1100. Quando tentano di fermarne una per chiedere dove si trovi la stazione di Trenton il conducente passando lancia loro un insulto. I loro occhi si voltano di nuovo verso il segnale stradale: Santa Croce Camerina, Scoglitti è scritto, sono stati tutti atrocemente presi in giro.

Scheda completa